Latest Album

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut rhoncus risus mauris, et commodo lectus hendrerit ac.

banner
RORY ROLLINS
0
  • No products in the cart.
0
  • No products in the cart.

Orchestra di Mandolini e Chitarre città di Brescia

Quarto Appuntamento

Domenica 8 maggio 2021 – ore 17,30
Palazzo Anguissola Cimafava, Salone d’Onore
(Piacenza via Pietro Giordani, 2)

ORCHESTRA DI MANDOLINI E CHITARRE CITTA’ DI BRESCIA
CLAUDIO MANDONICO – direttore

INTERPRETANO:
letteratura strumentale di:
A. Vivaldi, R. Lamcja, M. Hajdakis, C. Mandonico

ORCHESTRA DI MANDOLINI E CHITARRE “CITTA’ di BRESCIA

L‟orchestra Città di Brescia nasce il 1968 nel Centro Giovanile Bresciano di Educazione Musicale. Alla fine del 1974, dopo la vittoriosa partecipazione al Festival Internazionale di Kerkrade, l‟orchestra si costituisce come Associazione, con il preciso intento di rivalutare la tradizione mandolinistica, attraverso il recupero della letteratura originale antica e moderna.

Questo obiettivo viene perseguito in quegli anni dalle numerose iniziative di Giovanni Ligasacchi, fra le quali il corso sui moderni linguaggi nella musica per orchestra a plettro, tenuti dal noto concertista e compositore Siegfried Behrend nel 1976. Oltre al lavoro didattico e di ricerca, l‟orchestra avvia una intensa attività concertistica esprimendosi sempre di più a livello internazionale, partecipando con successo ai concorsi di Kerkrade (1974/1978), Ferrara (1979) ed ai festivals di Remiremont, Schweinfurt, Udine, Baden Baden, Logrono ed Atene.

L‟Orchestra mostra pienamente il proprio impegno nella rivalutazione del patrimonio musicale del mandolino organizzando nel 1985, in occasione del suo decennale, la prima “Mostra nazionale di Strumenti a Pizzico”, con il patrocinio del Comune di Brescia e della Regione Lombardia, ripetendo l‟iniziativa nel 1990.

In ambito discografico l‟orchestra, sotto la direzione di Claudio Mandonico, produce un LP con brani di Roeser, Calace, Bartok, Joplin e Mandonico (1986), e un CD dedicato a Raffaele Calace (1990). Fanno seguito importanti concerti, fra i quali quello per l‟associazione Musicale “G. Carissimi” di Roma, per il Veneto Festival a Padova, alla Accademia di S. Rocco a Venezia, per il Teatro di S. Carlo a Napoli, per l‟inaugurazione della riapertura del Teatro Nazionale al Pireo (2013) e al Festival MITO (2015).

 

CLAUDIO MANDONICO – È cresciuto musicalmente nel Centro Giovanile di Educazione Musicale “Gioietta Paoli Padova” sotto la guida del Maestro Giovanni Ligasacchi, intraprendendo lo studio di saxofono, percussione e contrabbasso. La sua attività di compositore si è sviluppata fin dai primi anni dello studio della musica, inizialmente in forma autodidattica ed in seguito al Conservatorio di Brescia con Giancarlo Facchinetti.

Dal suo approccio poliedrico all‟esperienza musicale si sviluppa un linguaggio particolare, che non disdegna nessuno stile storico né la musica leggera, riscontrabile anche nei suoi lavori dedicati alle formazioni ed ai generi musicali più ampi: dalla musica sacra alle opere didattiche per bambini, ai brani per orchestra d‟archi, banda, orchestra a plettro, coro, Big Band e altre formazioni strumentali particolari.

Ha collaborato con numerosi gruppi musicali come sassofonista, pianista e compositore (Banda Cittadina di Brescia, East Side Big Band, Gruppo da camera Caronte, C.U.T dell‟Università di Brescia) con il gruppo di musica antica Paride e Bernardi Dusi, il cornetto, flauto e cembalo.